fbpx

Le valutazioni preliminari per richiedere un mutuo bancario

0 Comments

Ricci Elena

Consulente del credito

 

Cerca il mutuo a Crotone che fa per te! leggi questa breve guida per essere pronto in fase di pre-analisi.

 

Le valutazioni preliminari per richiedere un mutuo bancario.

Per l’acquisto della nostra casa spesso ci serve dover accedere a un mutuo.

Per la  richiesta di mutuo serve valutare le diverse offerte delle banche per trovare quella più giusta per noi,scegliendo se rivolgervi direttamente al vostro istituto di credito oppure affidarvi ad un consulente del credito che gestirà per voi la pratica andando a cercare la migliore soluzione tra tutti gli istituti convenzionati.

 

Quali sono le prime valutazioni che la banca fa di fronte a una richiesta di mutuo?

in prima analisi, semplificando le varie operazioni svolte,l’istituto di credito effettua uno studio sul cliente che richiede il finanziamento per assicurarsi che il soggetto sia in grado di pagare le rate e di saldare il debito.

 

Dunque per chi intende presentare una domanda di mutuo per l’acquisto di una casa ad esempio, e per velocizzare le operazioni è corretto avere un quadro completo di tutti i finanziamenti che ha già in corso.


Tutti i finanziamenti, senza sottovalutare anche i più piccoli.


La banca analizzerà  quattro aspetti importanti:

  1. la storia finanziaria del cliente: l’istituto di credito verifica se il cliente è una persona affidabile mediante il controllo di apposite banche dati;
  2. il controllo protesti per vedere se in passato il soggetto richiedente ha avuto alcuni problemi nel pagamento di cambiali o di assegni;
  3. un controllo presso la Camera di Commercio per scongiurare che ci sia una partecipazione in società a rischi di fallimento da parte del futuro mutuatario;
  4. un controllo della puntualità dei pagamenti e dello storico dei prestiti.

Il peso della rata: come regolarsi?

La banca concede un mutuo quando l’ammontare della rata non supererà generalmente il 33% del reddito del soggetto richiedente.

Semplificando, è importante che ci sia una certa compatibilità tra il reddito e l’importo del mutuo affinché non venga superato 1/3 del reddito familiare netto.

Quando iniziare le valutazioni

se sei alla ricerca di una casa da comprare, è consigliabile valutare anche prima di aver individuato l’immobile la propria situazione finanziaria per sapere, in base al proprio reddito, quanto è possibile ottenere di erogato.

l’informazione puntuale sulle proprie capacità finanziarie ti sarà utile sia in fase di ricerca della tua casa (andando a valutare quelle alla tua portata), sia in fase di trattativa.


Altro sul blog:


Chiedimi Informazioni

Mi occuperò del processo per l’ottenimento del finanziamento o del mutuo alle migliori condizioni fino all’atto finale di compravendita. Inoltre ti affiancherò per tutta la vita del mutuo al fine di mantenere condizioni competitive adattandole ai cambiamenti del mercato. Le consulenze sono gratuite. 

 

Per fissare un appuntamento chiama, invia una mail oppure scrivi su WhatsApp.

Chiama Elena Ricci   Manda una mail a Elena Ricci   WhatsApp Elena Ricci


ELENA RICCI SUI SOCIAL:

metti un like alle mie pagine, seguimi sui social Network:

Facebook   Instangram


Articolo scritto da Elena Ricci – Consulente del credito Euroansa

Categories:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *